Amo gli alberi: sono come noi.
Radici nella terra e testa verso il cielo.
E. De Luca

Dalle radici della terra attraverso il tronco verso il cielo, si espande la forza vitale dell’albero. Mantiene il suo equilibrio nell’uguaglianza delle forze che lo spingono in direzioni opposte e trova in ogni fase della sua crescita un nuovo assestamento. Sembra statico ma vive, nel suo dinamismo, un continuo divenire.

L’ASANA

Atraverso la posizione dell’albero il corpo si allinea percependo il peso che si distribuisce su entrambe le piante dei piedi. I muscoli si attivano verso l’alto nel sostenere la forza di gravità. Le mani si congiungono elevandosi verso l’alto e disegnando nello spazio le due direzioni dell’allineamento: i piedi sono radici nella terra la testa chioma che si protende verso il cielo.
Lentamente il peso si scarica sulla gamba destra fino a liberare gradualmente la gamba sinistra che, extraruotata l’anca, si piega lateralmente fino a portare il tallone verso l’inguine destro. Le dita dei piedi sono rivolte verso il basso e la pianta è attaccata all’interno della coscia destra.

La radice è nel piede, la gamba, il bacino e la colonna vertebrale divengono tronco. Le braccia protese verso il cielo si fanno rami.
Dalla terra verso il cielo la forza di coesione dei muscoli ed il respiro che si espande dalla pancia attivando i polmoni verso l’alto sostengono la posa.
Nel piede c’è la vita, la terra diviene uno strumento di ascolto e percezione per l’equilibrio, il corpo diviene il veicolo della forza ed il respiro i collegamento fra cielo e terra.

EFFETTI sull’organismo:

propriocezione
forza muscolare
organi dell’equilibrio
sistema nervoso centrale (attenzione e concentrazione)
comunicazione fra sistema nervoso centrale e periferico per il mantenimento dell’equilibrio posturale
EFFETTI sulla psiche:

calma
pazienza
perseveranza
forza

CONTROINDICAZIONI:

problemi di stasi venosa
ipotensione (rimanere di meno nella posa)
disturbi del sistema nervoso centrale e periferico connessi con l’apparato dell’equilibrio
disturbi dell’apparato auricolare che interferiscono con gli organi dell’equilibrio.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata