La respirazione: l’atto più naturale e meccanico che siamo abituati a svolgere senza neppure pensarci ma che in realtà è fondamentale al funzionamento di tutto l’organismo: riempiendo i nostri polmoni di aria ossigeniamo tutte le cellule del nostro corpo. Approfondiamo un esercizio yogico sulla respirazione, un metodo è quello a Narici Alternate, Nadi Shodhana. Il Significato di questo nome sanscrito esprime il concetto per cui attraverso la respirazione alternata delle Nadi, vengono purificate e armonizzate le narici, dal momento che spesso senza accorgercene respiriamo con una narici sola, o entra più aria in una che nell’altra. Per Nadi si intendono i “Canali Sottili”, che percorrono tutto il corpo, nei quali scorre il Prana, l’Energia o Soffio Vitale. Il Respiro, appunto, la Vita. I suoi Benefici sono di riportare “equilibrio” tra le due narici, di accumulare energia e tranquillizzare lo spirito. Come per tutte le cose bisogna prestare attenzione, evitate questo esercizio se avete raffreddore o sintomi influenzali. Vediam, quindi come effettuare la respirazione a narici alternate in maniera corretta, così da evitare i rischi di vertigini o di esercizio effettuato in maniera errata.

Esecuzione

Trovate una posizione comoda, in un ambiente tranquillo. Le prime volte lo potete fare ad occhi aperti, quando vi sentirete sicuri invece, provate a fare l’esercizio ad occhi chiusi, tentando di “seguire” il respiro stesso. Dovete utilizzare solo la mano destra, nello specifico le dita del pollice e dell’anulare.

Come procedere

– Pieghiamo il gomito e portiamo il braccio e la mano destra davanti al nostro naso, cercando di mantenere il corpo rilassato, soprattutto la spalla del braccio che andiamo ad utilizzare. – Chiudiamo con il pollice destro la narice destra ed espirate lentamente e profondamente, con la narice sinistra. – Inspiriamo profondamente attraverso la narice sinistra e quindi, con l’anulare della mano destra, chiudiamo anche la narice sinistra. Tratteniamo il respiro e contiamo fino ad otto secondi. Se le prime volte non riusciamo a trattenere per otto secondi, proviamo per minor tempo, fino a che non saremo abituati. – Allontaniamo quindi il pollice dalla narice destra ed espirate completamente, ma sempre lentamente e profondamente. – Ora inspiriamo profondamente attraverso la narice destra, quindi chiudiamola con il pollice, tratteniamo il respiro come descritto. Successivamente allontaniamo l’anulare dalla narice sinistra per espirare. Inspiriamo nuovamente a sinistra e ricominciate il ciclo dall’inizio. Iniziate con sei ripetizioni delle quattro fasi, con il tempo aumentate l’intensità respirando in maniera più profonda e lenta, ma per un massimo di dieci volte. Cercate di arrivare ad effettuare l’espirazione ???????????????????????????????????????e l’inspirazione, sui due lati, della stessa durata e profondità. Potete aiutarvi, le prime volte, contando mentalmente, mentre espirate ed inspirate.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata