Il prezzo della felicità? Un salario da 5500 euro al mese. Lo dice il nobel per l’Economia Angus Deaton. Sono lontani i tempi del ‘…se potessi avere mille lire al mese’. Da uno studio effettuato insieme allo psicologo Daniel Kahneman, è emerso che la felicità dipende anche dal reddito e che il picco si raggiunge con un salario annuo di 75mila dollari, ovvero 5500 euro al mese.

Lo studio ha considerato due aspetti: la felicità giornaliera – quindi l’umore – e la qualità della vita in generale. Quest’ultima cresce sempre all’aumentare dello stipendio. Mentre l’umore migliora fino alla soglia massima e poi resta costante. Questo dimostra che oltre un certo reddito,si accumula solo ‘roba’ senza alcun aumento della soddisfazione quotidiana.

“Da economista sono convinto che i soldi facciano bene – ha commentato Deaton – e mi fa piacere averlo dimostrato”. Questo studio, aggiunge, è stato effettuato su un campione di 450mila americani. Ma il risultato può differire da Stato a Stato, se non addirittura da città a città.

Fonte: Adnkronos

1 risposta

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata